ABC della luce

Che cosa significa Lumen? Che cosa è un riflettore? Qui sono spiegati brevemente i termini principali dell’illuminazione.

 

A

Accecamento

Un accecamento è un disturbo che può verificarsi a causa di una posizione incorretta della sorgente luminosa. Essa colpisce gli occhi riducendo la visibilità. Si può essere accecati direttamente o indirettamente - direttamente dalla luce (accecamento diretto) o indirettamente dalla riflessione sulle superfici (luce riflessa). Da qui l’importanza di corretta progettazione.  

Angolo d’irraggiamento

L'angolo d’irraggiamento è l’angolo del raggio luminoso che esce dalla lampada in forma di cono.

 

C

Classe energetica

La classe energetica è utilizzata per identificare il consumo di energia di una lampada. Le lampade che derivano dell’UE sono marcate con classi di efficienza energetica. Le classi di efficienza vanno da A (molto efficiente) a G (spreco di energia).

Cocoon 

Cocoon è un materiale estremamente forte e resistente. Il materiale è stato utilizzato alla fine degli anni '50 da Artur Eisenkeil, fondatore del Lichtstudio Eisenkeil, per la produzione di paralumi. Qui potete conoscere la storia della lampada Cocoon!

 

D

DALI

L'acronimo DALI significa "Digital Addressable Lighting Interface" ed è utile per l'interfaccia digitale per reattori elettronici (EVG). Nella pratica DALI commuta e regola la fonte luminosa di una lampada. A differenza della sua controparte analogica "1-10V" DALI può controllare luci individualmente ed è ideale per il controllo di luci colorati.

Distribuzione luminosa

In base alla posizione di una fonte luminosa nello spazio, abbiamo due tipi di distribuzione della luce: luce diretta e luce indiretta. L’illuminazione diretta colpisce in modo diretto gli oggetti senza essere prima riflessa su una superficie. L’illuminazione indiretta prima di illuminare un oggetto viene riflessa da una o più superfici.

 

E

EAN- Code

Il codice EAN è un numero unico che determina il paese di origine, il produttore e il codice del prodotto.

 

I

Illuminamento

Illuminamento (simbolo: E) indica con l’unità lux(lx) il flusso luminoso di una sorgente di luce. 1 lux ammonta il flusso luminoso di 1 lumen su 1 metro quadrato in modo uniforme. L'illuminamento è misurato con un “Luxmetro” sulle superfici orizzontali e verticali.

Illuminazione d'accento

L'illuminazione d'accento rimarca oggetti o elementi architettonici con dei coni di luce a fascio strutto, giocando con i contrasti tra luce e ombra.

 

K

Kelvin

Kelvin è la temperatura di colore (unità K) ed indica il colore della luce.
Meno di 3.300K: luce bianca calda
3.300K - 5.300K: luce bianca neutro
Più di 5300 K:luce bianca e fredda

 

L

Lampada a incandescenza

Lampade a incandescenza sono lampade elettriche che si illuminano attraverso un filamento riscaldato (2600-3000 Kelvin) e sono fabbricati in tungsteno. Il filo di tungsteno è situato in un contenitore sigillato, che è riempito di gas. Le lampade sono radiatori termici: solo circa il cinque percento dell'energia viene convertita in luce, il resto è radiazione termica. Negli anni 2009-2012 sono state ritirate dal mercato della UE.

Lampada a sospensione

Per il soffitto esistono tre diversi tipi di lampade: incasso, plafone e sospensione. La lampada a sospensione è utilizzata con cavi o sistemi di cablaggi.

Lampada al morsetto

Le lampade al morsetto sono lampade portatili. Vengono fissate a scrivanie, scaffali o a comodini.

Lampada d’incasso

Queste lampade sono montate in cavità o nei controsoffitti. Gran parte della lampada non è visibile perché è incorporata nel soffitto. Spesso l'uscita della lampada è uguale all’apertura del soffitto.

Lampade da incasso di terra

Le lampade da incasso di terra vengono usati soprattutto per l’esterno, ma vengono utilizzate anche nel corridoio e sulle scale. Emettono la luce verso l’alto e sono disponibili tramite una distribuzione simmetrica o asimmetrica. Le lampade da incasso devono avere idealmente un grado di protezione di IP65 o IP67

LED

Le luci a LED (Light emitting diode) sono un tipo di illuminazione che si sta sempre più affermando come valida alternativa alle normali luci a incandescenza: convengono sia da un punto di vista della quantità di luce prodotta sia dal risparmio ottenuto. Il LED è composto di un piccolo diodo installato su un materiale riflettente, all’interno del quale vengono prodotti fasci elettronici. Inserito all’interno di un materiale con proprietà di semiconduttore, il led, produce il raggio di luce, che viene opportunamente indirizzato all’esterno da una lente epossidica.

Lux e Lumen

Questi sono due grandezze dell’ottica luminosa. L’illuminamento viene misurato con i Lux (lx). Il Lux indica il flusso incidente su una superficie. Questo flusso luminoso si chiama lumen (lm). Il Lumen descrive la luce emessa dalla lampada in tutte le direzioni nel campo visibile.

 

M

Materiale illuminante

Il materiale illuminante è realizzato da una sorgente di luce. La fonte luminosa è inserita nella montatura della lampada, che viene distribuita direttamente alla lampada.

Materiale illuminante alogeno

Durante la produzione viene aggiunta alogeno al bulbo.

Montatura

La base della lampada si chiama montatura. È necessaria per il flusso della corrente.Mastleuchten sind Außenleuchten zur Montage an oder auf Masten. 

 

N

Neon

Queste lampade a bassa pressione sono composti da elettrodi freddi. Il contenuto delle lampade è di neon-gas, che viene scaricato ad alta tensione (300 volt per metro). La lampada al neon viene spesso usata come articolo pubblicitario.

 

P

Piantane

Piantane o uplights dirigono la luce verso il soffitto. La maggior parte sono lampade da parete o lampade da terra. La riflessione crea l‘illuminazione indiretta.

Plafoniera

Le plafoniere sono lampade montate direttamente al soffitto. Il corpo dell'oggetto è visibile. Sono quindi flessibili nella loro posizionamento e permettono un adattamento individuale.

Protezione

La protezione definisce quanto la luce è protetta contro gli agenti atmosferici. Il grado di protezione è indicato da IP ("Ingress Protection"). La prima cifra dopo  IP (da 1 a 6) descrive la protezione esterna, il secondo (1-8), la protezione contro l'umidità. Più alto è il numero, più protetta è la lampada.

 

R

Regolatore luminoso (Dimmer)

Con un dimmer, la luminosità di una lampada può regolata dal chiaro allo scuro. Il dimmer può essere esterno o già installato all’interno della lampada. Esistono anche LED e luci fluorescenti adattabili tramite Dimmer.

Retroilluminazione

La retroilluminazione è anche conosciuta come “illuminazione generale”. Questa illuminazione non ha dei singoli compiti visivi. È importante per l'orientamento e la comunicazione in una camera - rende visibile l'architettura, gli oggetti e le persone nella stanza.

Riflettore

Esistono due tipi di riflettori: bianchi e lucidi. Con i riflettori bianchi si genera luce diffusa, mentre con i riflettori brillanti si controlla la luce.

Rilevatore di movimento

Il rilevatore di movimento è anche conosciuto come rilevatore di presenza. La luce si accende automaticamente quando qualcosa si muove nel suo campo di rilevamento. Ci sono vari metodi per il rilevamento: tramite infrarossi passivi (PIR), radar o sensori a ultrasuoni. La durata della luce può essere controllata individualmente da un temporizzatore. Il rilevatore può essere applicato all'esterno ed all'interno.

RGB

Quando si parla di colore nel mondo della luce, entra spesso in gioco il cosiddetto sistema RGB. Questa sigla infatti non è altro che un acronimo formato dalle iniziali dei tre colori primari: Rosso (Red), Verde (Green) e Blu (Blue) sono i tre colori fondamentali rosso, verde, blu e tutti i colori che derivano da questi colori base.

 

T

Touch-Dimmer

Un Touch Dimmer permette agli apparecchi d’illuminazione di spegnere e regolare la luminosità, toccando una zona apposita.

Trasformatori

I trasformatori d’illuminazione spesso sono utilizzati con la tensione di rete di 230 V (lato primario) a bassa tensione (lato secondario) convertiti a 6, 12 o 24 Volt.